ENRICO FRANCESCHINI COME GIRARE IL MONDO GRATIS Un giornalista con la valigia Baldini+Castoldi collana Le boe pagine 288

«Se amate viaggiare, il corrispondente dall’estero è il lavoro per voi. Se amate scrivere di un po’ di tutto, anche. Se amate viaggiare e scrivere, non ne troverete uno migliore. Alla domanda “come girare il mondo gratis?”, la mia risposta è semplice: facendo il giornalista.»
Tre continenti, cinque capitali, venti traslochi e mai il tempo di annoiarsi. Enrico Franceschini riassume così quarant’anni come corrispondente di un grande giornale in giro per il mondo: dagli Stati Uniti alla Russia, dal Medio Oriente all’Europa, passando per Centroamerica, Afghanistan, Cina, Giappone e Nordafrica, per scrivere di elezioni e terremoti, di Olimpiadi e colpi di Stato, di Hollywood e terrorismo, di notti folli alla Trump Tower di Manhattan in compagnia di Federico Fellini e banchetti in frac a Buckingham Palace ospite della regina. Ma cosa significa cambiare per tutta la vita case (una ventina), città (New York, Washington, Mosca, Gerusalemme, Londra) e competenze? Com’è veramente, dietro le quinte, il mestiere di corrispondente dall’estero? E si può ancora sognare di farlo, nell’era del web, dei social media, della rivoluzione digitale? Raccontando la sua personale storia di reporter, in una galleria di personaggi che includono i grandi della terra, da Ronald Reagan a Mikhail Gorbaciov, da Shimon Peres a Yasser Arafat, da Tony Blair a Elisabetta II, dal primo uomo sulla luna, Neil Armstrong, all’uomo più veloce sul nostro pianeta, Usain Bolt, e molti grandi del giornalismo, a cominciare dal suo primo direttore Eugenio Scalfari, l’autore offre uno sguardo appassionato, ironico e istruttivo sulla grande avventura del giornalismo e sui Paesi in cui ha vissuto. Ci sarà sempre bisogno di giornalisti con la valigia pronta. Il prezzo è non fermarsi mai. Il premio è «girare il mondo gratis». BIO dell’autore ENRICO FRANCESCHINI (Bologna, 1956) gira il mondo da oltre quarant’anni come corrispondente estero di un grande quotidiano. Ha vissuto a New York, Washington, Mosca, Gerusalemme e Londra, dove risiede attualmente. Nel 1993 ha vinto il Premiolino, uno dei più antichi e importanti premi giornalistici italiani, per il suo reportage sul golpe in Russia. È autore di più di venti libri di narrativa e saggistica, tra cui la recente trilogia di romanzi gialli Bassa marea, Ferragosto e Un’estate a Borgomarina. Per Baldini+Castoldi ha pubblicato nel 2021 La fine dell’impero.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tommaso Strambi. Siena, la sua banca e una scomoda verità Chi ha tradito David Rossi Baldini+Castoldi, collana Le Boe, pp. 256.. In libreria dal 24 febbraio 2023

Pinacoteca di Brera presenta PEREGRIN AND THE GIANT FISH A MARIONETTE OPERA

SONDRIO FESTIVAL UN PLEBISCITO PER "L'ELEFANTE E LA TERMITE": IL DOCUMENTARIO AMBIENTATO IN KENYA FA TRIPLETTA Premiato dalla Giuria internazionale con il "Città di Sondrio" e dalla giurie del pubblico e del Cai