La Repubblica di San Marino a FITUR 2023 Primo appuntamento fieristico dell’anno a Madrid dedicato ai professionisti del settore turistico

Inaugurata questa mattina la 43° edizione di Fitur, la Fiera Internazionale del Turismo dei reali spagnoli, Filippo VI con la consorte Letizia Ortiz, in visita allo stand Italia all’interno del quale è presente anche la Repubblica di San Marino.
Fitur, principale fiera del settore in Spagna, si è confermata quale secondo appuntamento fieristico più importante del mondo. L’evento, che si svolge per cinque giorni fino a domenica 22 gennaio presso il centro fieristico Ifema Madrid, riunisce i professionisti del settore turistico e quelli interessati alle ultime tendenze in campo turistico; nel fine settimana la fiera sarà aperta anche al pubblico che potrà visitare i numerosi stand e scoprire le ultime novità di un settore in continua evoluzione.
La Repubblica di San Marino non poteva mancare ad un appuntamento così importante ed è presente con un’area personalizzata di 30 mq insieme a 6 operatori sammarinesi del settore: Ace Tour, San Marino Events, San Marino International, The One Viaggi, Titan Travel, Unitours. Presenti in fiera anche il Direttore di Dipartimento Turismo e Cultura Filippo Francini e il Direttore dell’Ufficio del Turismo Annachiara Sica che nel corso della giornata hanno potuto confrontarsi con tour operator e media presenti a Fitur.
Al centro dell’offerta sammarinese la storia, l’arte, gli eventi internazionali e le experience Outdoor con l’obiettivo di attrarre sempre maggiori turisti provenienti dal mercato di lingua spagnola.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tommaso Strambi. Siena, la sua banca e una scomoda verità Chi ha tradito David Rossi Baldini+Castoldi, collana Le Boe, pp. 256.. In libreria dal 24 febbraio 2023

Pinacoteca di Brera presenta PEREGRIN AND THE GIANT FISH A MARIONETTE OPERA

SONDRIO FESTIVAL UN PLEBISCITO PER "L'ELEFANTE E LA TERMITE": IL DOCUMENTARIO AMBIENTATO IN KENYA FA TRIPLETTA Premiato dalla Giuria internazionale con il "Città di Sondrio" e dalla giurie del pubblico e del Cai